La Serie A, stagione 2020-2021
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

GENOVA: DEMOLITI I RESTI DEL PONTE MORANDI

AG.RF.(redazione).29.06.2019

“riverflash” – La gente in silenzio che osservava attonita, gli idranti in funzione, le sirene, 10 tonnellate di esplosivo e subito dopo, un’enorme nuvola bianca, che ha spazzato ciò che restava del ponte Morandi, crollato il 14 agosto del 2018, provocando 43 morti. Già dall’alba, il sindaco di Genova, Marco Bucci, era sul posto con i tecnici e i vigili del fuoco per controllare le operazioni coordinate dalla Protezione Civile. Tutte le persone che vivono nella zona “rossa”, (3.400 circa), sono state ovviamente evacuate, prima di procedere all’avvio di un’operazione, la più triste, per gli abitanti della città, che si ritrova ora, con un gran vuoto. I due monconi restanti del ponte (le pile 10 e 11 del viadotto), sono stati dunque cancellati in 6 secondi, grazie al lavoro di 700 uomini. Il sindaco Bucci ha subito commentato dopo l’esplosione: “Tutto si è svolto come previsto, ringrazio tutti coloro che si sono impegnati, più tardi verranno effettuati sopralluoghi e verifiche”. Ad assistere al crollo definitivo, c’erano anche il vicepremier Matteo Salvini e il ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, oltre alla “ministra” della Difesa, Elisabetta Trenta e il presidente della Regione e commissario per l’emergenza, Giovanni Toti, tutti ospitati in un’area “sicura”. Predisposto anche il monitoraggio delle polveri sottili e delle fibre di amianto: nove pompe aspireranno su un filtro dieci litri d’aria al minuto e, ogni tre ore, saranno portati ai laboratori della Fiumara dove, dai risultati ottenuti, verrà deciso se le persone potranno rientrare nelle loro abitazioni. E dopo la tristezza e lo sgomento, resta solo il ricordo del ponte “simbolo” che fù…

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*