il 20 giugno riparte la Serie A
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

“GENESIS”, LE SCARPE DIVENTANO OPERE D’ARTE

IMG_8215

Di Maria Michela D’Alessandro (AG.RF. 23.01.2016) (river flash) – È possibile predire il futuro della moda e allo stesso tempo raccontare i cambiamenti della terra attraverso un capo di abbigliamento come le scarpe? Sì, se ad esserlo sono le opere della mostra «“Genesis”. Designer shoes of the future» create da stilisti di fama internazionale.

Tra le tante mostre dell’Erarta Museum di San Pietroburgo, fino al 20 marzo 2016, le inusuali e lussuose scarpe saranno in esposizione oltre che per illustrarvi lavori di Zaha Hadid, Kenzo Takada, Omar Angel Perez, Giuseppe Zanotti, Silvia Fado, Noritaka Tatehana e tanti altri, anche per predire possibili scenari dello sviluppo dell’umanità. I designer provenienti da tutto il mondo, condividendo simili idee visuali di apocalisse, simbiosi e utopia, si sono trovati insieme non per una semplice sfilata di moda, bensì per dire la loro attraverso delle uniche creazioni.

Circa cento paia di scarpe che, più che essere indossate, fanno da padrone tra luci ed ombre dello spazio espositivo, tra tacchi altissimi e decorazioni stravaganti e curate nei minimi dettagli. 

“This will destroy you”, ossia “questo ti distruggerà”, si legge su un alto tacco che regge una scarpa su cui è rappresentata la terra o ancora dei tacchi fatti di zanne che, invece di sorreggere la modella, sembrano voler addentare il pavimento, un paio fatto con pietre preziose sorretto da legno di cipresso, ma anche sandali stampati in 3D che trasmettono tutta la creatività e fantasia degli stilisti, senza nessuna restrizione.

Se il mondo è in continua evoluzione e l’arte è l’unico mezzo per raccontarla, queste uniche paia di scarpe sono sicuramente uno dei tanti modi per far riflettere senza perdere di vista la bellezza dell’opera stessa.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*