Johnny Depp respinge Amber Heard
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

FRASE CHOC DEL PREFETTO DI PERUGIA: ALFANO INTERVIENE, RENZI LO RINGRAZIA

310x0_1403371111743_Schermata_2014_06_21_alle_19_17_53

AG.RF.(MP).22.06.2014

“riverflash” – Il prefetto di Perugia Antonio Reppucci, ha avuto un’uscita “infelice” durante una conferenza stampa, affermando: “Se una madre non si accorge che il figlio si droga, vuol dire che ha fallito e allora si deve suicidare”. Le sue dichiarazioni hanno scatenato una bufera e subito è intervenuto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano il quale ha dichiarato: “Reppucci non può restare lì né altrove” parole alle quali il premier Renzi ha aggiunto: “le parole del prefetto sono inaccettabili, specialmente per un servitore dello Stato”, ringraziando pubblicamente Alfano per il tempestivo intervento. Due giorni fa il prefetto Reppucci, era intervenuto ad un incontro con la stampa dove si parlava di droga, volendo smentire che la città di Perugia rappresenti, come più volte affermato, la capitale dello spaccio di droga, aggiungendo anche “i padri dovrebbero tagliare le teste ai figli che assumono stupefacenti; il cancro è lì nelle famiglie, che non se ne accorgono”. Da lì dunque era scaturita la frase “incriminata”. Il procuratore distrettuale Antimafia Antonella Duchini era stata la prima a dissociarsi pubblicamente e duramente dalle frasi del prefetto, il quale si è difeso affermando che la sua “era solo una provocazione”, per dire che la famiglia deve fare di più. Ma le scuse non sono bastate e Reppucci è stato rimosso dall’incarico.

 

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*