I gironi e le date della Champions
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

FIACCOLATA M5S PER L’ONESTÀ A OSTIA, MUNICIPIO DI ROMA SCIOLTO PER INFILTRAZIONI MALAVITOSE

fiaccolata onestaAG.RF 28.06.2015 (ore 17:21)

(riverflash) – A Ostia, quartiere della Roma che si affaccia sul mar Tirreno, è partita ieri sera la fiaccolata per l’onestà. Circa 5.000 persone a sfilare con slogan e striscioni sul lungomare. Significativo che la manifestazione si sia svolta nel X° Municipio, commissariato per infiltrazioni malavitose. Preferiamo adoperare il termine malavitoso invece di mafioso, che fa pensare a delinquenti provenienti dall’Italia del Sud. Arrestato l’ex-presidente Andrea Tassone (PD), ritenuto una mela marcia tra tante mele sane visto che il partito ha mandato a Ostia Stefano Esposito, esponente torinese del PD. Giochi di potere per non perdere il potere che nulla hanno a vedere con l’aggregazione spontanea di tanti cittadini disgustati di chi, finora, li ha rappresentati nelle Istituzioni. Candele in mano, nessuna violenza e la gente dalle finestre che batteva le mani.

consiglieri stellati in corteoMani libere per governare quelle dei 5 Stelle, non condizionate da cambiali firmate a chi ha finanziato le campagne elettorali e chiede il carrello di ritorno. Applausi a Fabio Pucci, sindaco M5S che ha risanato il comune di Pomezia e che Salvatore Buzzi ha definito «incorruttibile». Un complimento dal delinquente, compare in affari di Luca Odevaine il vice-portavoce di Walter Veltroni, leader della Coop 29 giugno per profughi.

Roberta Lombardi, romana e portavoce alla Camera dei 5 Stelle, era in prima fila a reggere lo striscione con Marcello De Vivo e Daniele Frongia. Questa la sua testimonianza: “Abbiamo deciso di organizzare la fiaccolata dell’onestà qui perché Ostia è un municipio di Roma che oltre ad avere il problema dell’amministrazione infiltrata da fenomeni mafiosi autoctoni come Mafia capitale è anche un territorio particolarmente infiltrato da varie mafie come poi i processi di questi ultimi anni hanno dimostrato. Varie famiglie di varie provenienze hanno trovato un buon territorio su cui espandere la loro ramificazioni di affari. È perciò importante ripartire da un territorio gravemente compromesso per dare un significato alla parola onestà”.

Alessandro Di Battista ha affermato: “Marino deve dimettersi”, poi a chi gli chiedeva se era pronto a diventare sindaco di Roma ha risposto: “No. Io devo e voglio finire il mio mandato in Parlamento”.

Beppe Grillo, presente alla marcia per l’onestà, ha commentato la situazione in cui versa la Grecia, chiamata a un referendum per decidere se restare nell’euro o lasciarlo: “Voglio pubblicamente dire che Tsipras con il referendum sta facendo una cosa straordinaria perché democraticamente sta dando l’ultima parola al popolo greco. È quello che vogliamo fare noi”. Democrazia di base, direttamente dai cittadini e non filtrata dai loro rappresentanti scelti dai partiti.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*