il decesso di Morricone a 91 anni
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

FESTA DEL TARTUFO BIANCO fino al 6 novembre a Lizzano in Belvedere

AG.RF 01.11.2018

(riverflash) – Il tartufo bianco è l’imperatore del bosco italiano. Un fungo sotterraneo con un sapore caratteristico e trascinante. I migliori tartufi si trovano con la cerca effettuata dai cani, che sentono quando è maturo e scavano con le zampe. Valgono poco, invece, i tartufi trovati scavando con le ruspe perché spesso non sono maturi. Meno pregiati i cugini del bianco, cioè i tartufi neri, scorzoni e uncinati. Del resto costano molto meno.

Si narra che i sumeri lo apprezzassero, così come gli antichi greci. Alla corte di Francia, la più raffinata delle corti, il tartufo bianco era presente sul tavolo. In Italia il primo bianco famoso è stato quello piemontese di Alba, quindi quello marchigiano di Acqualagna, poi quello laziale di Vicovaro e quello umbro di Città di Castello, che oggi conclude la sua sagra. Dal 29 ottobre, invece, è aperta la Tartufesta di Lizzano in Belvedere, cittadina dell’appennino bolognese. Fino al 6 novembre in questo borgo emiliano ci sarà la prima tappa della tradizionale manifestazione che anima i comuni dell’Appennino bolognese con i suoi mercatini, i menù prelibati e tantissime iniziative collaterali, tutte dedicate a sua maestà il tartufo bianco pregiato dei Colli bolognesi. Un vero e proprio tour del gusto che coinvolge i caratteristici borghi di Monzuno, Lizzano in Belvedere, Castiglione dei Pepoli, San Benedetto Val di Sambro, Pianoro, Sasso Marconi, Savigno, Monghidoro e Loiano.

Tantissime le specialità e i prodotti tipici a base di tartufo con i Tartumenù in tutti i ristoranti e gli agriturismi che aderiscono al decalogo di qualità della manifestazione. Mentre i più ghiottoni potranno trovare di che gioire ai Tartumercati, con prodotti tipici del bosco e artigianali, le Tartuvisite nel bosco e nei borghi. Quanto agli appassionati di fotografia potranno rilassarsi dopo una grande scorpacciata con i Tartuscatti del concorso fotografico a premi.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*