Johnny Depp respinge Amber Heard
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

EUROPEI DI SCHERMA: L’ITALIA VINCE L’ORO DOPO 23 ANNI. LE SCIABOLATRICI VINCONO L’ARGENTO

AG.RF.(redazione).23.06.2022

“riverflash” – Una vera e propria impresa quella degli spadisti azzurri agli Europei di scherma di Antalya, in Turchia. Il quartetto composto da Andrea Santarelli, Federico Vismara, Davide Di Veroli e Gabriele Cimini, ha vinto la medaglia d’oro nella prova a squadre battendo in finale Israele con il punteggio di 45-32. E’ stato Davide Di Veroli a dare la stoccata decisiva. Anche le sciabolatrici Gregorio, Battiston, Criscio e Passaro si sono prese le loro soddisfazioni, vincendo l’argento: e con questo, l’Italia chiude al primo posto del medagliere con 14 podi, record assoluto azzurro. Era dal lontano 1999 che l’Italia non vinceva l’oro nella prova a squadre; l’ultima volta a Bolzano. Gli azzurri hanno battuto la Repubblica Ceca nel tabellone dei 16 col punteggio di 45-34 e poi hanno superato nei quarti la Svizzera grazie a un’ottima ultima frazione di Davide Di Veroli che ha recuperato dal 34-38 al 45-41 finale mettendo a segno 11 stoccate che hanno permesso agli azzurri di raggiungere le semifinali. Qui altro match nel segno delle rimonte: la Francia dell’oro individuale Yannick Borel era sopra 30-23, ma gli azzurri non si sono arresi e con Gabriele Cimini, che ha realizzato un parziale di 9-4, hanno iniziato la rimonta, proseguita nel segno di Di Veroli che alla priorità ha messo la stoccata del 45-44. La finale è stata invece a senso unico, con i portacolori italiani in vantaggio dall’inizio alla fine, che hanno chiuso sul 45-32. Le sciabolatrici invece, hanno vinto la medaglia d’argento e hanno ottenuto un risultato che mancava dal 2001. L’oro è andato alla Francia, che ha dominato 45-23, ma in precedenza le azzurre si sono rese protagoniste di una bella gara che le ha portate meritatamente sul podio. Ai quarti le ragazze del CT Nicola Zanotti erano sotto 25-20 contro la Turchia, poi una grande prova di Rossella Gregorio, che fino a quel momento era stata tenuta a riposo, ha riportato la situazione in vantaggio per l’Italia, che ha chiuso 45-40. Grande prestazione di squadra in semifinale contro l’Ungheria, sconfitta 45-38. L’Italia della scherma torna dunque a casa con un bilancio più che positivo: 14 medaglie non è cosa da poco: 14 medaglie è un record assoluto: quattro ori (con il fiorettista Daniele Garozzo, le squadre di fioretto femminile e maschile e quella di spada maschile), sette argenti (con Arianna Errigo nel fioretto, Luca Curatoli nella sciabola, Rossella Fiamingo nella spada, Tommaso Marini nel fioretto, Rossella Gregorio nella sciabola, la squadra delle spadiste e delle sciabolatrici) e tre bronzi (Alice Volpi nel fioretto femminile, la spadista Mara Navarria e il fiorettista Giorgio Avola).

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*