CALCIO: la Serie A 2021-2022
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

EUROPA LEAGUE, SHAKHTAR – ROMA 1 A 2: GIALLOROSSI VINCONO ANCHE A KIEV E VOLANO AI QUARTI

AG.RF.(redazione).19.03.2021

“riverflash” – Concentrata, concreta e attenta: in Europa League è rimasta solo una squadra italiana, la Roma e questo ha un grande significato. I giallorossi vincono a anche a Kiev, nella partita di ritorno degli ottavi di Europa League contro lo Shakhtar Donetsk: il match che apre ai giallorossi l’accesso ai quarti per la prima volta, è finito 1 a 2 con la doppietta di Borja Mayoral e ora la squadra di Fonseca si gode la vittoria in attesa di conoscere la sua prossima avversaria. Questa volta i giallorossi non hanno giocato brutti scherzi ai loro tifosi e non hanno nemmeno “minato” le  loro coronarie: quello che va in scena all’Olympic Stadium di Kiev è poco più che un allenamento che, grazie al turnover di mister Fonseca, non hanno mai sofferto contro i padroni di casa che non avevano una partita facile da affrontare dopo i 3 gol rimediati all’ Olimpico, mentre la Roma è stata brava a non sottovalutare gli ucraini, giocando una partita attenta e (finalmente) senza errori. Il mister giallorosso ha scelto ieri un trio d’attacco tutto spagnolo, con Pedro e Carles Perez in appoggio a Borja Mayoral, in difesa c’è Cristante (autore di un’ottima partita) con Ibanez e Kumbulla. Per quanto riguarda il primo tempo, c’è poco da segnalare, con i giallorossi che controllano i timidi attacchi degli avversari, coprendo bene tutti gli spazi: Pau Lopez viene impegnato per la prima volta al 27esimo, da un tiro di Alan Patrick e para facilmente a terra. Subito dopo lo Shaktar prende in mano le redini del gioco, ma la difesa giallorossa è particolarmente attenta e le squadre vanno a riposo a reti inviolate. In avvio di ripresa Mancini entra al posto di Ibanez che a seguito di un colpo in testa, (non ricorda nulla della partita..) è costretto ad uscire. La deteminazione dei giallorossi è quella giusta e al ‘3 il risultato si sblocca con Borja Mayoral che a seguito di una grande progressione di Karsdorp sulla destra, batte Trubin di testa. Dopo pochi minuti, i giallorossi  potrebbero dilagare ma prima Pedro e poi Carles Perez sprecano due grandi occasioni: Fonseca decide allora di cambiare, inserisce Pellegrini, Bruno Peres e Calafiori. Lo Shakhtar trova poi il gol del pareggio con una scivolata di Junior Moraes e si butta in avanti per tentare l’impresa, ma i giallorossi sono particolarmente attenti e chiudono definitivamente la partita ancora con Mayoral. “Lo Shakhtar ha avuto l’iniziativa, ma abbiamo difeso bene e siamo stati pericolosi in contropiede – commentato Fonseca, soddisfatto a fine partita –  nel secondo tempo abbiamo corretto alcune posizioni e abbiamo avuto altre occasioni per fare gol. È stata una partita concreta da parte nostra, la Roma non aveva mai vinto qui ed è importante qualificarsi per la prima volta ai quarti di finale dell’Europa League”.  Missione compiuta dunque, qualificazione centrata e buone prospettive per l’unica squadra rimasta in Italia, tra le prime otto in Europa, a difendere la nostra nazione.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*