La Serie A, stagione 2020-2021
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

EUROPA LEAGUE: ROMA “SPARITA” BATTE IL GENT PER 1 A O – FONSECA RINGRAZIA CARLES PEREZ

AG.RF.(Maura Peripoli).21.02.2020

“riverflash” –  Carles Perez e dopo lui, il nulla.. La Roma strappa una vittoria all’ Olimpico contro il Gent (sempre meglio vincere che perdere) che in verità avrebbe meritato il pareggio e esce dall’ Olimpico tra i fischi. E’ stata un brutta Roma quella vista ieri sera, la solita, lenta, inconcludente e pericolosamente traballante in difesa. Serviva una vittoria per interrompere la striscia negativa che durava da cinque gare e i giallorossi hanno portato a casa 3 punti preziosi nella partita di andata dei sedicesimi di Europa League, ma la squadra di Fonseca, psoco brillante nel primo tempo e completamente “persa” nel secondo, ha mostrato segnali preoccupanti, sia a livello di gioco che dei singoli. Fuori Santon e Mancini, Fonseca si è affidato a Spinazzola, Fazio e Perotti. I giallorossi partono al piccolo trotto e riescono miracolosamente a sbloccare il risultato al 13esimo del primo tempo con Carles Perez, unica nota positiva, che su assist dell’onnipresente Dzeko, approfitta di un pasticcio di Lustig e Bezus e solo davanti al portiere Kaminski, porta in vantaggio la sua squadra. Il Gent non ci sta e subito dopo prova a reagire creando più di un pericolo agli avversari: Kolarov sbaglia praticamente tutto e Veretout e Cristante provano a tenere su il centrocampo, ma la Roma è lenta e i Belgi non corrono alcun pericolo. La ripresa mostra una Roma ancora peggiore del primo tempo e oltre un tiro di Smalling, parato facilmente dal portiere belga, sono proprio gli avversari a fare la partita: prima Pau Lopez regala un pallone che fortunatamente non viene sfruttato, poi   Odjidja impegna due volte da fuori il portiere spagnolo e infine Depoitre si “divora”  il gol del pari a tu per tu con il numero uno giallorosso. La squadra di Fonseca è alle corde e non riesce a costruire un’azione degna di questo nome, nonostante l’ ingresso in campo di  Mkhitaryan e Kluivert e finisce così, con la Roma vincente più per caso che per meriti. “Non abbiamo la stessa fiducia di sempre – si è limitato a commentare Paulo Fonseca a fine partita – ma i ragazzi stanno lottando per cambiare questa situazione. E su Pellegrini, (irriconoscibile), fischiato a lungo insieme a Kolarov: “ Pellegrini? Nessuno ama la Roma come lui”. E ora la Roma “sparita” si appresta ad affrontare il Lecce in casa, una partita “forse” abbordabile, ma una cosa è certa: per vincere domenica, servirà un altro passo.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*