Modello di Autocertificazione
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

E MENTRE NELLA CAPITALE SI CELEBRANO I FUNERALI DELLA A.S. ROMA, LA SOCIETA’ ANNASPA ALLA RICERCA DI ALLENATORE, GIOCATORI, TIFOSI E…. DIGNITA’

C_3_Media_1721049_immagine_obig[1]995444-424226297676434-96006863-n-620x350[1]“riverflash” – aaaaaaa….. cercasi A.S. Roma calcio, la squadra che fu , sì proprio quella che fu perché oggi questa “nota” squadra calcistica, titolata, un tempo conosciuta e rispettata in Italia e in Europa, oggi non esiste più. Dopo l’uscita della famiglia Sensi dalla società (che di fatto l’aveva lasciata in una situazione economica pesantissima), è iniziata la parabola discendente del club che a Roma, vanta o vantava il maggior numero di supporters. Di questa difficile situazione sono ben consapevoli i tifosi della Lazio, i quali, approfittando dell’occasione “ghiotta” (perché non c’è cosa migliore per un tifoso di vedere la squadra avversaria affondare), hanno dato vita ieri al classico “sfottò”, nei riguardi dalla squadra giallorossa: e così, come organizzato e concordato da giorni, alcune migliaia di tifosi della Lazio, si sono dati appuntamento a Ponte Milvio, la “classica” piazza di Roma  dove ci incontra per mangiare un panino o bere un caffè prima di andare allo Stadio ed hanno dato inizio alla celebrazione di  un simpatico e pacifico funerale…. Quello che ha sancito ufficialmente la morte dell’A.S. Roma calcio e la scomparsa dei suoi tifosi.  (non me ne vogliano i romanisti … ma ci devono stare….). Alla funzione hanno partecipato finti sacerdoti con la tonaca, i quali hanno letto un’omelia “ad hoc” per l’occasione tra un tripudio di bandiere e cori con i tifosi inneggianti intorno ad una “finta” bara. Ma al di là della divertente e pacifica rappresentazione che ha avuto luogo anche in altre zone della città, rimane il problema serio, quello della difficile situazione che la società giallorossa sta attraversando. Il dg Franco Baldini, pressato dalle contestazione dei tifosi si è dimesso nei giorni scorsi, il ds Sabatini è ancora al suo posto forse pensando che non si abbandona una nave che affonda, il presidente (chi l’ha visto? Esiste veramente?) James Pallotta, sembra sul punto di lasciare e la squadra non ha più un allenatore, non sa nemmeno quali giocatori ne faranno parte la prossima stagione e soprattutto i tifosi sono ormai arrabbiati e delusi ed hanno cominciato a far mancare il loro sostegno. Di chi la colpa? Difficile dirlo: la sensazione è che i “meriti” vadano un po’ a tutto lo staff: ma cosa ha fatto quest’anno la società, (oltre al logo con il pupazzetto e alle magliette della nike) per rendere questa squadra degna del nome che porta? “Via tutti, via l’Unicredit”,  gridano a gran voce i tifosi….. e cosa succede? Succede che la Roma diventa un po’ come la sora Camilla “tutti la vogliono e nessuno se la piglia”….e intorno regna la confusione totale perché, a nostro avviso, nessuno dalla banca, agli azionisti, ai dirigenti, attualmente ha le idee chiare su cosa fare….. e così si spegne la squadra che fù…. Mentre i i cugini laziali “gongolano” come non mai….

AG.RF. (MP) 09.06.2013

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*