il 20 giugno riparte la Serie A
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

DOPO UN ANNO DI BATTAGLIA, RIAPRE IL CENTRO ANTIVIOLENZA DI TOR BELLA MONACA

AG.RF 12.02.2015 (ore 17:04)

(riverflash) – Un anno di battaglia, 54.000 firme raccolte sulla piattaforma change.org, , centinaia di selfies sorridenti provenienti dall’intera penisola, 2000 donne accolte negli anni, ecco i numeri della vittoria per il centro antiviolenza di Tor Bella Monaca.  Venerdi 20 febbraio prossimo sara’ inaugurata la nuova struttura del centro in via Amico Aspertini 393 con una dedica specifica, quella a Marie Anne Erize, artista desaparecida oppositrice del regime militare di Videla e per questo vittima della violenza di carnefici spietati che ancora vivono nel nostro Paese indisturbati. “Dopo lo sfratto dello scorso anno, sono lieta di annunciare che la nostra battaglia e’ finalmente vinta. – ha detto Stefania Catallo, Presidente del Centro Antiviolenza di Tor Bella Monaca –. E se tutto cio’ prende forma nella struttura di via Aspertini e’ anzitutto grazie alla volonta’ di 54.000 cittadini che hanno voluto sostenere la nostra battaglia, aderendo alla petizione lanciata su change.org., piattaforma gestita da un collettivo di persone sensibili e determinate a lottare per I diritti di tutti. Il mio ringraziamento va al Presidente del Municipio Marco Scipioni per la sua disponibilita’  e per averci permesso di riavere questa sede in tempi rapidi. Oggi inizia un cammino nuovo, volto a riaprire una struttura che sino al momento dello sfratto aveva raccolto la testimonianza di 2000 donne vittime di violenza. Abbiamo deciso di intestare il centro a Marie Anne Erize per proseguire la sua battaglia per la dignita’ di tutte le donne, per la liberta’ di espressione e per l’autodeterminazione di se’. Lei e’ un simbolo per tutte e tutti noi.  – ha proseguito Catallo – Il simbolo di una femminilita’ vera e reale, di un impegno sociale e politico serio e profondo, di una volonta’ che rende liberi, oltre la morte. Intendiamo proseguire su questo solco da lei tracciato e a tal proposito – ha concluso –  cercheremo di interagire con Roma Capitale in modo piu’ deciso anche per ottenere finanziamenti specifici come gia’ accade per altre realta’ sul territorio romano. Oggi è per me il momento del ringraziamento corale, ripartiamo da qui, con grande fiducia nel segno della ricerca di giustizia e di amore per la bellezza lasciatoci da Marie Anne”.

catallo antiviolenzaPer contatti:

Stefania Catallo 3274067156

Matilde Spadaro 3355453988

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*