Sneakers: storia di un successo
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

DI MAIO NON È PIÚ IL CAPO POLITICO DEL MOVIMENTO 5 STELLE

AG.RF 22.01.2020 (ore 18:50)

(riverflash) – Dal Tempio di Adriano, quasi adiacente a largo Chigi, arriva il passo indietro di Luigi Di Maio che, da oggi, non è più il capo politico del Movimento 5 Stelle.  Si tratta di un passaggio storico per i grillini e ancora non è chiaro cosa succederà a partire da questa sera. La prima certezza è che la reggenza sarà affidata a Vito Crimi, in quanto membro più anziano del comitato di garanzia interno. Non c’erano a Roma Beppe Grillo e Davide Casaleggio per questa nuova fase del Movimento. Rilancio per ripartire oppure accettare lo sfaldamento. Luigi Di Maio era stato eletto capo politico dopo un voto in rete e proclamato leader sul palco di Italia 5 stelle a Rimini. Era il 23 settembre 2017 e poco meno di tre anni dopo, ha scelto di rinunciare all’incarico. Elezioni politiche vinte ma al modello francese presentato da Renzi, con ballottaggio tra i primi due partiti, entrò a gamba tesa Berlusconi. Invece del singolo partito saranno le coalizioni a vincere. Così la vittoria era del centrodestra, nonostante la grande sconfitta di Forza Italia. Per essere al governo i 5 Stelle dovevano cercare un alleato e la scelta di Salvini è stata sanguinosa, Da allora il M5S ha perso tutte le elezioni, amministrative ed europee, per poi essere scaricato dalla Lega. Nel suo discorso romano Di Maio ha elogiato la leadership di Giuseppe Conte e si è auspicato che il governo vada avanti, Ha anche ricordato di essere rimasto vittima del fuoco amico, di essere stato pugnalato alle spalle.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*