La Serie A, stagione 2020-2021
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

CRISI DI GOVERNO: ATTESA PER IL DISCORSO DI CONTE

AG.RF.(redazione).20.08.2019

“riverflash” – C’è grande attesa oggi per il discorso di Giuseppe Conte in merito alla crisi di governo. Una situazione ingarbugliata che ha portato fino ad oggi a polemiche, insinuazione e anticipazione per un possibile nuovo governo. La Lega e i centrodestra, com’è fin troppo noto, premono per le elezioni, mentre i 5Stelle vorrebbero evitare la fine anticipata della legislatura e il ricorso alle urne. Di Maio attacca Salvini, che definisce “disperato per aver combinato un disastro”, dice di non voler né aprire né chiudere a nessuno e si affida al Quirinale “e al percorso istituzionale che vorrà delineare”, aggiungendo che un eventuale governo Renzi  Movimento 5Stelle, “è solo una bufala”, mentre il Carroccio replica: “Noi siamo pronti per il taglio dei parlamentari, voi no”. Zingaretti dal canto suo, ci ha tenuto a ribadire che il Pd è in attesa del discorso del premier: “’O si forma un governo forte oppure meglio tornare a votare’ . Non resta dunque ora, aspettare il discorso in programma per le ore 15.00 in Senato, che potrebbe segnare la fine del governo giallo/verde: a tal proposito, Sergio Matttarella chiede responsabilità e rigore e invita alla chiarezza, senza tatticismi. Il compito più difficile spetta ora al premier che dovrà tentare di ricucire una crisi che al momento sembra irreversibile: il dubbio che rimane ora, è quello di capire se annuncerà le sue dimissioni già in Aula o si limiterà a recarsi al Quirinale subito dopo. Immediato sarebbe l’avvio delle consultazioni già mercoledì. Sembra invece poco probabile che egli chieda un voto di fiducia all’Aula: in questo caso, infatti, darebbe il via a Salvini per una conferma della fiducia nel governo che complicherebbe ulteriormente la situazione dell’esecutivo. Non solo. A fianco di Conte, ci saranno tutti i ministri del M5S a dimostrazione del fatto che, in un assurdo, ipotetico governo con il Pd, il premier indiscusso, sarebbe ancora Giuseppe Conte.

 

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*