La Serie A, stagione 2020-2021
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

COVID19, VACCINO: LA SPERANZA VIENE DALL’AMERICA

AG.RF.(redazione).19.05.2020

Negli Stati Uniti, trovati sufficienti anticorpi nei test sull’uomo

“riverflash” – E’ stata la società biotech statunitense Moderna ad annunciare i risultati promettenti dei primi test di sicurezza sull’uomo del vaccino che si sta sviluppando in collaborazione con il Niaid, l’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive guidato dal virologo Anthony Fauci. L’azienda ha anche illustrato un piano per un ampio studio clinico che si svolgerà a luglio, per dimostrare l’efficacia del prodotto in sperimentazione. La società ha seguito 8 persone per 1 mese e mezzo, constatando che il vaccino a dosi basse e medie ha innescato livelli ematici di anticorpi specifici simili o superiori a quelli riscontrati nei pazienti guariti. Il plasma ricco di anticorpi donato da pazienti guariti viene testato separatamente per determinare se si tratta di una terapia efficace per Covid-19. Fino a questo momento, il vaccino ha dimostrato dunque di essere sicuro e ben tollerato, “a parte il rossore nel punto di iniezione per un paziente e alcuni sintomi sistemici in tre pazienti trattati con la dose più alta”. I dati provvisori annunciati, sono arrivati da una sperimentazione clinica volta a dimostrare la sicurezza del vaccino sperimentale e a selezionare la dose corretta. Al momento non sono stati dati dettagli circa le dimensioni o la durata del grande studio che inizierà a luglio, che sarà cruciale per stabilire se il vaccino è sicuro ed efficace. “Siamo molto, molto felici perché per prima cosa il vaccino è risultato generalmente sicuro”, ha dichiarato Stephane Bancel, amministratore delegato di Moderna. Ma ad essere davvero “eccitante – ha aggiunto – è stato il fatto di trovare anticorpi in quantità sufficienti” per prevenire la malattia nei volontari. I dati sugli animali e sull’uomo diffusi finora dalla società non sono ancora stati pubblicati.

Fonte: Adnkronos

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*