Johnny Depp respinge Amber Heard
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

COVID: DA DOMANI, VENERDI’ 10 FEBBRAIO 2022, L’ITALIA DIRA’ADDIO ALLE MASCHERINE ALL’APERTO

AG.RF.(redazione).10.02.2022

“riverflash” – Domani, venerdì 10 febbraio 2022, l’Italia dirà addio alle mascherine all’aperto, non solo in zona bianca, ma occorrerà averla con sé per utilizzarla in caso di assembramento, mentre restano obbligatorie al chiuso fino al 31 marzo «è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private, nei luoghi all’aperto è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di avere sempre con sé i dispositivi di protezione delle vie respiratorie e di indossarli laddove si configurino assembramenti o affollamenti». Con l’ultima ordinanza dunque il superamento delle restrizioni legate al Covid, registra una nuova accelerazione. Ma c’è anche l’eliminazione della Dad per i ragazzi vaccinati e il dimezzamento della quarantena (da 10 a 5 giorni) per i non vaccinati. Misure che si sono andate ad aggiungere all’abolizione delle restrizioni per i vaccinati anche in zona rossa e alla durata illimitata (per ora) del Green pass per chi ha fatto la terza dose. «Mancano ancora 12-13 milioni di dosi booster. Se procediamo con questo ritmo in 30-40 giorni è facile pensare che per metà marzo avremmo completato la dose booster a 49 milioni di concittadini. Da lì sicuramente inizierà una nuova fase e così come abbiamo introdotto gradualmente le restrizioni con la gradualità inizieremo l’allentamento delle misure, anche per gli stadi» ha dichiarato il sottosegretario alla salute, Andrea Costa. Ecco dunque come cambierà la situazione in Italia: dall’11 febbraio come già detto, riapriranno le discoteche per ballare seguendo i protocolli già approvati: entrerà solo chi ha il green pass rafforzato. Se la discoteca è al chiuso sarà obbligatorio indossare la mascherina, tranne quando si sta in pista a ballare. Nelle discoteche all’aperto si potrà stare invece senza mascherina. Il limite di capienza di tutti i locali da ballo non può essere superiore al 75% all’aperto e 50% al chiuso rispetto a quella massima autorizzata. Per quanto riguarda la riapertura degli stadi, si riaprirà a partire dal 75% fino al 100%. Il Ministro della Salute Roberto Speranza e la Sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali stanno infatti lavorando congiuntamente a un percorso graduale che prevede la riapertura a capienza massima degli impianti sportivi all’aperto ed al chiuso. Con la fine dello stato d’emergenza potrebbe terminare anche l’obbligo di mascherine al chiuso. L’ordinanza firmata in data odierna dal ministro della Salute Roberto Speranza fissa infatti al 31 marzo 2022 l’obbligo «sull’intero territorio nazionale di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private». Infine, non è ancora chiaro se, con la fine dello stato di emergenza, decadrà anche l’obbligo del green pass per gli over 50 che probabilmente verrà prorogato fino all’estate. Ovviamente tutto dipenderà dall’andamento della pandemia.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*