Il mistero delle ossa in Nunziatura
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Cosa è successo davvero al Consiglio europeo del 28 giugno secondo la stampa internazionale

AG.RF 04.07.2018

(riverflash) – I giornali italiani quasi all’unisono sostengono che il Presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte al Consiglio europeo non avrebbe ottenuto nulla. Che i “vincitori” sono Macron e Merkel. Ma è una narrazione falsa. Spesso gli approfondimenti politici Rai sono a senso unico. Questa mattina, su RAITRE, la onduttrice di Agorà Monica Giandotti ha dato ampio spazio a Marco Minniti (PD), ex-ministro dell’Interno, che ha criticato aspramente l’intervento di Matteo Salvini sul tema migranti. Agorà è pagata dagli italiani che solo nel 18% hanno votato PD, ma il governo è giallo-verde ad ampia maggioranza, I precedenti conduttori, Gerardo Greco (oggi a Mediaset) e Serena Bortone avevano fatto di Agorà una cassa di risonanza del PD, ma Monica Giandotti non si è accorta che il Governo è cambiato. Manipolare le notizie non paga a scopi elettorali, ma i tipi sinistri sono lenti a comprendere.

Sulla missione a Bruxelles di Giuseppe Conte, lo scorso 28 giugno stampa internazionale ha fornito una diversa interpretazione rispetto ai media nostrani. Ecco alcune prove.  

Il Süddeutsche Zeitung: Giuseppe Conte viene alla luce all’improvviso.

Le Figaro intervista Jean-Thomas Lesueur (delegato generale dell’istituto di studi internazionali Thomas More): Italia e Austria i nuovi leader d’Europa?

Per Bloomberg «Il novizio Giuseppe Conte è emerso dal suo primo vertice dell’Unione europea con un pacchetto di misure per arginare il flusso di migranti e condividere il peso della gestione di coloro che arrivano».

Le Monde: «L’Italia ha ottenuto la sepoltura di fatto del Regolamento di Dublino».

Ancora Bloomberg: «La strategia dei populisti italiani: come scuotere l’establishment europeo».

Perfino la stampa giapponese. The Japan Times scrive: «Il primo ministro italiano Giuseppe Conte, da un mese a capo di un governo anti-immigrazione, aveva posto il veto alle conclusioni comuni dell’intero ordine del giorno del vertice di Bruxelles fino a quando le sue richieste sono state finalmente soddisfatte prima dell’alba».

In Italia abbiamo, invece, un coro unanime costituito da PD, Forza Italia e giornali, giornalini e giornaloni che dichiarano il fallimento di Giuseppe Conte al Consiglio europeo. E pure con una certa soddisfazione autolesionista.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*