CALCIO: la Serie A 2021-2022
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

CHE COS’E’ LA CULTURA? TRE GIORNI DI DIBATTITO A URBINO

10155158_10203714985464115_7702025770291426000_ndi Maria Michela D’Alessandro (AG.RF. 27.04.2014) (river flash) – Che cos’è la cultura? Difficile definirla anche per gli addetti ai lavori, per i protagonisti della Terza pagina di tutti i più importanti quotidiani italiani, per chi, da venerdì 25 a oggi, domenica 27 aprile, ha partecipato alla seconda edizione del Festival del Giornalismo Culturale tenutasi ad Urbino, una delle città italiane candidate a capitale europea della cultura per il 2019.

Una tre giorni dedicata all’informazione per la cultura, al ruolo degli intellettuali, a quello dei giornalisti culturali e non solo. Tanti workshop, tavole rotonde, presentazioni di libri, interviste e dibattiti durante i quali si sono confrontati coloro che la cultura la “consumano” ogni giorno.

Un’attenta analisi per cercare di cambiare la situazione in cui la cultura è oggi: per tentare di definirla c’è forse bisogno di ridefinirla, c’è forse bisogno di una più ampia libertà da parte degli editori e dei redattori, ma soprattutto c’è bisogno di imparzialità e più dedizione verso un lavoro per molti aspetti elitario. La cultura, come del resto l’informazione, infatti, non si scelgono per bisogno, ma per piacere: un piacere verso qualcosa da scoprire e che ancor più della scienza mutua ogni giorno.

Da Davide Paolini, a Luigi Mascheroni, da Michele De Mieri a Pietro Del Soldà, fino alla chiusura del Festival con Marino Sinibaldi; da uno speciale sull’Unione Europea a una simpatica conversazione tra Boccaccio e il Dottor Djembè, passando per un concerto lirico e la premiazione dei vincitori del concorso indetto qualche mese fa dal titolo “Con la cultura si mangia?”. Così i direttori del Festival Lella Mazzoli, direttrice dell’Istituto per la formazione al giornalismo di Urbino, e Giorgio Zanchini, giornalista di Rai Radio 3 e “presentatore” durante tutto l’evento, hanno cercato di fare della patria della cultura e del giornalismo un luogo di riflessione, condivisione di lavori e di idee.

E, come un piatto ben cucinato, gli ingredienti giusti per riportare la cultura in prima pagina devono essere semplici e genuini, facendo passare un prodotto dal gusto prelibato ed eccellente.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*