CALCIO: la Serie A 2021-2022
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

BEACH VOLLEY: Primi verdetti nelle Rome Finals 2019, si ammaina la bandiera italiana

di Gianluca Stisi (AG.RF 07.09.2019) – ore 01:03

(riverflash) – Cala il sipario sulla partecipazione italiana alle finali del world tour 2019. In campo femminile sono infatti cadute Puccinelli & Scampoli contro le olandesi Stubbe & Van Iersel, poi è stata la volta di Zuccarelli & Traballi contro le slovacche Strbova & Dubovcova. Uniche a uscire indenni dalla roulette dei gironi sono state le ormai famose Menegatti & Orsi Toth vittoriose contro le russe Ukolova & Birlova. Nel match dei 16° si sono poi sbarazzate con un secco 2-0 anche delle statunitensi Sweat & Walsh Jennings. Un primo set giocato su buoni ritmi e molto combattuto, un secondo in completa discesa, complice la confusione e forse la stanchezza delle giocatrici a stelle e strisce. Nella sfida degli ottavi, la sabbia del Foro Italico non ha però portato fortuna alle due amazzoni tricolori che sono state costrette ad arrendersi alle brasiliane Agatha & Duda. Due parziali in cui le verdeoro hanno subito impresso un gran ritmo all’incontro, danzando sul campo come se fatica non esistesse alle loro latitudini e mettendo ripetutamente alle corde le padrone di casa. Fortissime in difesa e molto efficaci in attacco, le bellezze sudamericane hanno così staccato il pass per i quarti di finale, spegnendo i sogni dell’ultima coppia femminile in lizza per la vittoria. Il “match del giorno” nella categoria in rosa è stato però quello fra le svizzere Heidrich & Vergè-Deprè contro le lettoni Graudina & Kravcenoka. Con tre parziali bellissimi e combattuti fino all’ultimo respiro, molto muro/difesa insieme a una gran tecnica d’attacco, hanno saputo conquistare il pubblico del centrale del Foro Italico facendo rimanere gli astanti ben incollati ai seggiolini fino alla caduta dell’ultimo pallone. Alla fine l’hanno spuntata le svizzere che hanno conquistato l’accesso ai quarti. In campo maschile le cose purtroppo non sono andate in modo molto differente: Windish & Cottafava non sono usciti dal girone, finendo battuti anche dai russi Semenov & Leshukov. Gli stessi caucasici hanno regalato un’amara delusione anche alla coppia Lupo & Nicolai. Nel match degli ottavi non sono bastati né il muro né la fantasia italiche per piegare la freddezza degli avversari. Dopo un primo set molto combattuto, il secondo è scivolato via fin troppo velocemente a favore dei moscoviti, segno di come l’atmosfera del Foro Italico non porti propriamente fortuna alla coppia dell’aeronautica militare. A rianimare le speranze e l’orgoglio degli spettatori ci hanno pensato però quei due istrioni di Rossi & Carambula, affrontando e battendo ai 16° due vere e proprie leggende del beach volley mondiale: Lucena & Dalhausser (ex campione del mondo e campione olimpico). Indubbiamente la “gara del giorno” sotto tutti i punti di vista: spettacolarità delle azioni, imprevedibilità del risultato, emozione della platea e voglia di stupire evidenziata dai ragazzi della penisola. Rossi ha messo sulla sabbia una prestazione composta e granitica a muro, così come efficace in attacco, ma la star della giornata si è rivelato indubbiamente “mr skyball” (Adrian Ignacio Carambula Raurich). Da buon mancino ha sapientemente alternato tiri di potenza a colpi di grandissima astuzia e spettacolarità, facendo letteralmente saltare gli schemi degli americani che hanno certamente iniziato a “vedere le stelle e le strisce” persino sulla sabbia del Foro Italico. Solo nel primo parziale sono riusciti ad arginare lo strapotere dei padroni di casa, chiudendo con il punteggio di 21-19, ma poi nel secondo hanno ceduto a 16 e nel terzo a 12 per la gioia incontenibile del pubblico casalingo, letteralmente rapito dal gioco funambolico, ma efficace di Carambula. Peccato che anche gli ultimi beniamini rimasti siano caduti agli ottavi, battuti dai cechi Perusic & Shweiner: dopo un primo round giocato benissimo e perduto immeritatamente ai vantaggi (26-24), nel secondo gli atleti azzurri hanno ceduto di schianto, lasciando a bocca asciutta il Foro Italico già pronto ad aggrapparsi ai suoi nuovi eroi. Con la conclusione degli ottavi di finale e l’eliminazione di tutte le coppie italiane in gioco, da domani inizieranno le fasi decisive della manifestazione: quarti di finale e semifinali. In attesa di conoscere chi vincerà le Rome Finals 2019, l’appuntamento è rimandato alle 12.00 di sabato 7 settembre.

 

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*