I gironi e le date della Champions
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

ATALANTA IN FINALE PER LO SCUDETTO PRIMAVERA, BATTUTO 4-3 IL TORINO

AG.RF 11.06.2019

(riverflash) – Una stagione da incorniciare per l’Atalanta che, dopo il terzo posto in Serie A con la conseguente conquista della Champions League, ha conquistato la finale del Campionato Primavera che si disputerà venerdì 14 giugno. L’avversaria uscirà dall’altra semifinale, in programma oggi a Sassuolo, tra Roma e Inter, squadra che ha vinto gli ultimi 2 scudetti giovanili.

Parte forte l’Atalanta, subito pericolosa al 3′ con Ta Bi che prova la conclusione potente dalla distanza, Gemello para in due tempi. Spinge la squadra di mister Brambilla, al 4′ Da Riva tira al volo da venticinque metri, Potop devia di testa in angolo. Il gol è nell’aria e gli sforzi degli orobici vengono premiati al 13′quando Cambiaghi porta in avanti i suoi con un diagonale mancino dal limite dell’area che si insacca alle spalle del portiere granata. Prova a reagire il Toro: al 18′ Millico viene steso da Da Riva che viene ammonito, Kone cerca la botta diretta su punizione ma il pallone finisce alto sopra la traversa. Al 20′ Atalanta vicina al raddoppio: palla persa dal Torino, Kulusevski innesca Piccoli che a tu per tu con Gemello conclude in porta, ma il portiere granata salva tutto con un grande intervento in spaccata. Mister Coppitelli è costretto ad operare un cambio al 33′: fuori Potop per un problema fisico, dentro Sportelli. Sul finale del primo tempo nerazzurri ancora pericolosi con Piccoli,  che impegna Gemello prima con una girata in area che finisce sopra la traversa, poi con un destro dalla distanza con il pallone che finisce a lato. I primi 45 minuti di gioco terminano con l’Atalanta avanti per 1-0.

Nel secondo tempo mister Coppitelli inserisce Isacco in cabina di regia, fuori Michelotti. Dentro anche Belkheir e Gilli per Petrungaro e De Angelis. La formazione granata entra in campo con un altro spirito rispetto alla prima frazione, determinata a recuperare lo svantaggio. Le sostituzioni effettuate dal tecnico sembrano aver dato la scossa alla squadra e al 18′ il Torino trova il gol del pareggio proprio con il neo entrato Belkheir, che viene lasciato solo in area di rigore e a tu per tu con il portiere nerazzurro Ndiaye non sbaglia. L’1-1 riaccende la partita, le due squadre si affrontano a viso aperto con continui ribaltamenti di fronte. A passare nuovamente in vantaggio è l’Atalanta: al 32′, Kulusevski è bravo ad approfittare di una respinta corta della difesa granata e conclude dal limite dell’area riportando in avanti i suoi. Il Torino non si arrende trascinato dal suo bomber Millico e va vicino al gol del pareggio al 42′ con un tiro da fuori che si spegne sul fondo alla sinistra di Ndiaye. La squadra di Coppitelli continua a spingere, l’arbitro concede cinque minuti di recupero e a pochi secondi dal fischio finale succede l’incredibile: al 50′, Singo colpisce di testa su calcio d’angolo battuto da Millico, superando Ndiaye e portando la partita ai supplementari.

Si riparte con i granata ancora in avanti, al quarto minuto di gioco Okoli prima e Zortea poi murano i tentativi del Torino, vicino al sorpasso. Risponde l’Atalanta, pericolosa al 8′ con Da Riva che conclude dal limite, alto sopra la traversa. I nerazzurri sembrano avere più energie e nel secondo tempo supplementare in due minuti Colley realizza la doppietta che trascina l’Atalanta in Finale. Al 5′, contropiede micidiale della squadra di Brambilla, Traore serve Colley che colpisce di testa e sigla la rete del 3-2. Non passano neanche 120 secondi e il centrocampista, servito nuovamente da Traore, va di nuovo in gol con un destro che non lascia scampo a Gemello. Il Torino è una squadra che non si arrende mai e tre minuti dopo Millico su punizione realizza il 4-3.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*