il 20 giugno riparte la Serie A
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Alla scoperta di Palermo, dove arte e cultura hanno il mare per cornice

di Giada Pappalardo (AG.RF 16.09.2019)

(riverflash) – Palermo è una città ricca di contraddizioni, famosa per alcune delle pagine più tristi della storia italiana, ma anche per aspetti importantissimi sotto il profilo storico, artistico e culturale. Attraversata sin dalla sua origine da tantissime culture diverse, oggi Palermo sfoggia monumenti di incredibile bellezza, frutto di tanti stili artistico-architettonici.

I due luoghi simbolo di Palermo sono sicuramente la Cattedrale di Palermo e il Palazzo dei Normanni.

La Cattedrale di Palermo è dedicata alla Santa Vergine Maria Assunta in Cielo e venne edificata intorno al 1100, sui resti della Moschea Gami, d’epoca bizantina. In realtà, la Chiesa ha origini ancora più antiche: fu costruita in epoca punica e trasformata in luogo di culto in epoca Romana, divenne una grande moschea con i bizantini per poi essere ricostruita prima dai Normanni e poi dagli Spagnoli.

Le tracce di queste diverse popolazioni sono in parte ancora visibili e rendono questo edificio un simbolo dell’armonioso mix di stili diversi, come, ad esempio il gotico catalano ed il barocco. Se la Cattedrale di Palermo è il luogo di culto più noto di tutta la Sicilia, tra gli edifici di tipo laico va ricordato il Palazzo dei Normanni, vero e proprio fiore all’occhiello della città siciliana e fin dall’inizio simbolo del potere.

Fu principale sede imperiale con Federico II e con Corrado IV e ancora oggi è ricordato per la Cappella Palatina e per i meravigliosi mosaici, che ne fanno una delle mete più visitate di Palermo. Il tour alla scoperta di Palermo potrebbe quindi continuare con il cimitero sotterraneo del Convento dei Cappuccini, che è molto interessante considerando le importanti personalità che vi hanno trovato sepoltura.

 

Ad avvalorare la bellezza di Palermo è anche la bellissima spiaggia di Mondello, inserita tra le spiagge più belle non solo della città siciliana, ma d’Italia. Si trova a poco meno di 10 km dal centro cittadino, abbracciata tra due monti, il Monte Pellegrino e il Monte Gallo.

Durante tutto l’anno si può godere del fascino solitario e selvaggio della Spiaggia di Mondello che, durante tutta la stagione estiva, viene frequentata dai palermitani e dai turisti. Merito della sabbia fine e bianca che degrada in un mare turchese e cristallino, dal fondale basso e quindi ideale anche per i bambini.

Chi frequenta o visita Mondello, può non solo vivere una vacanza di relax in questa marina di grande bellezza, ma può anche visitare le tante ville in stile liberty o divertirsi in vari club e circoli esclusivi, che fanno di Mondello una delle spiagge più trendy di Palermo.

 

Fonte: Blog Glam Photo Mix – Viaggi, fotografie e dettagli di stile

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*