il decesso di Morricone a 91 anni
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

AIFA BLOCCA UTILILIZZO VACCINO FLUAD DOPO 3 MORTI SOSPETTE

untitled

AG.RF.(MP).28.11.2014

“riverflash” – L’Agenzia del Farmaco, AIFA, ha emesso un divieto per l’utilizzo di due partite (142701 e 143301) del  vaccino Fluad che sarebbero state distribuite solo tramite strutture pubbliche e medici di famiglia,  a scopo cautelativo. Tutto ciò a seguito di 3 morti sospette, avvenute in Sicilia e Molise. A seguito di alcuni accertamenti dunque, l’agenzia ha fatto sapere che i lotti in questione, non sono più disponibili nelle farmacie ma si possono trovare presso le strutture pubbliche o i medici di famiglia. L’Aifa raccomanda a tutti coloro che hanno una confezione di Fluad in casa, di verificare con attenzione, i numeri dei lotti e aggiunge che “i vaccini sono una risorsa importante per la prevenzione dell’influenza stagionale e delle sue complicanze, che colpisce prevalentemente le persone oltre i 65 anni (ogni anno muoiono 8000 persone) ed occorre quindi ora evitare che crolli il numero dei vaccinati: occorre avere fiducia nei vaccini”. I tre decessi sono avvenuti nel mese di novembre (due in Sicilia, uno in Molise) ed hanno riguardato due uomini, uno di 68 anni e uno di 87 e una donna  di 79. Tuttavia la casa farmaceutica Novartis, produttrice del vaccino, ha dichiarato la sua completa fiducia nella sicurezze ed efficacia dei propri vaccini antinfluenzali, spiegando che “il vaccino viene utilizzato dal 1997 e il suo profilo di sicurezza è stato dimostrato da oltre 65 milioni di dosi distribuite con successo in tutto il mondo, che confermano i dati già raccolti durante gli studi clinici che hanno coinvolto oltre 70.000 pazienti”. Attualmente sono in corso controlli in tutte le Regioni, per verificare se tra i lotti distribuiti nelle proprie Asl e sul proprio territorio, vi siano quelli coinvolti nel caso. Infine anche i medici di famiglia hanno voluto dire la loro in merito al vaccino affermando che “se si diffonde la paura, il Fluad rischia di non essere più utilizzato: occorre verificare il nesso di causalità su ciò che è successo, ma di sicuro questo fatto amplificherà i pregiudizi sui vaccini, in una campagna di vaccinazione antinfluenzale che fino a oggi stava andando abbastanza bene. Ora diffonderemo l’informativa dell’Aifa a tutti i medici per individuare i lotti da bloccare”.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*