Gli ottavi della Champions League
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

A PARMA ENTRA LAUTARO E L’INTER RITROVA IL SUCCESSO (0-1)

AG.RF 10.02.2019

(riverflash) – In soli 3 minuti Lautaro Martinez restituisce il sorriso all’Inter che, allo stadio Tardini, centra la prima vittoria del 2019. Al 76′ Spalletti indovina la mossa giusta, sostituendo Joao Mario, rifinitore defilato a destra, con Lautaro, attaccante pronto a lanciarsi nei varchi che apre Icardi.

La squadra nerazzurra conferma così il terzo posto in classifica, portandosi a quota 43 punti.

Il primo tentativo offensivo è di marca gialloblu: al 4′, sugli sviluppi di un corner, Kucka colpisce di testa mettendo di poco a lato. L’Inter si rende molto pericolosa al 19′: Nainggolan lancia Perisic, il cui cross rasoterra attraversa tutta l’area piccola senza però trovare la deviazione vincente di Icardi e Joao Mario. La risposta del Parma non si fa attendere, grazie ad una giocata personale di Gervinho al 21′: l’ivoriano si accentra da sinistra verso destra e lascia partire una potente conclusione che si stampa direttamente sulla traversa. La partita è vivace: al 31′ Brozovic sbaglia un appoggio a metà campo favorendo la ripartenza parmense, conclusa dal mancino di Siligardi deviato in corner dalla chiusura di Vecino. Sull’azione successiva Joao Mario serve profondo Perisic, che entra in area ma viene murato in calcio d’angolo dall’uscita bassa di Sepe. Ancora Perisic insidioso al 34′, con un tiro-cross sul quale Icardi prova a intervenire di testa senza tuttavia trovare una deviazione efficace. Al minuto 41, al termine di un’azione confusa in area emiliana, Joao Mario si ritrova sul destro un buon pallone ma non riesce a coordinarsi per la conclusione volante. L’ultimo brivido del primo tempo lo regala Inglese: il centravanti del Parma si gira in un fazzoletto e lascia partire un destro velenoso, che sibila a lato del palo della porta difesa da Handanovic. Si va dunque al riposo col risultato bloccato sullo 0 a 0.

Dopo i quindici minuti di intervallo, le squadre rientrano in campo con gli stessi uomini della prima frazione di gioco. Si ha la sensazione che il bel Parma del primo tempo sia rimasto nello spogliatoio. L’inizio della ripresa è un vero e proprio assedio nerazzurro: al 47′ Nainggolan addomestica il filtrante di Joao Mario e si trova a tu per tu con Sepe, che ancora una volta è bravo ad opporsi. Due minuti dopo Icardi svetta sul primo palo sul cross di Perisic: palla a lato. L’Inter sfonda sulla sinistra al 53′ con Nainggolan, ma il suo passaggio a centro area non viene però controllato da Icardi. Al 55′, sul corner di Brozovic, D’Ambrosio trafigge Sepe: la gioia interista dura soltanto pochi attimi poiché il direttore di gara, con l’ausilio del VAR, annulla il gol per il tocco di mano (prima che con la testa) del terzino. Nella fase centrale del secondo tempo, l’Inter continua a mantenere il possesso palla chiudendo i padroni di casa nella loro area di rigore, senza però riuscire a rendersi realmente pericolosa. A un quarto d’ora dal termine, Spalletti si gioca così la carta Lautaro: l’argentino prende il posto di Joao Mario. La mossa del tecnico nerazzurro si rivela subito vincente: al 79′ Nainggolan lancia in profondità proprio Lautaro, bravissimo a tenere a distanza Iacoponi e a superare Sepe con un violento destro sotto la traversa. Trovato il vantaggio, i nerazzurri non mollano la presa e creano occasioni da rete in serie: Vecino va vicinissimo al gol due volte, prima sfiorando il palo con un destro a giro e poi vedendosi ribattere la conclusione da Bastoni proprio sulla linea di porta, mentre Brozovic colpisce in pieno il montante con una conclusione piazzata dal limite dell’area. A due minuti dal termine, dentro anche Gagliardini al posto di un positivo Nainggolan. Al 92′ il Parma torna a farsi vedere in avanti, con una girata acrobatica di Inglese ben controllata da Handanovic. trascorrono 5 minuti di extratime senza che cambi il risultato.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.

*