Sofia Goggia oro olimpico in discesa
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

L’Inter torna alla vittoria dopo 70 giorni, contro il Bologna decide un gol di Karamoh

karamoh-vs-boloAG.RF 12.02.2018

(riverflash) – San Siro torna a esultare per una vittoria interista dopo 70 giorni esatti. L’Inter batte il Bologna e riconquista il terzo posto in classifica. Decisivo un gol del ventenne francese Yann Karamoh, mentre il Bologna, troppo nervoso, ha chiuso in 9 uomini. A a San Siro i nerazzurri si impongono per 2-1 sul Bologna grazie alle reti di Eder e Karamoh, che vanificano il momentaneo pareggio del grande ex di giornata, Rodrigo Palacio.

Dopo soltanto 2′ di gioco, i nerazzurri trovano il gol: Karamoh tocca in profondità per Brozovic, il cui cross rasoterra viene deviato in porta da Eder, abile ad anticipare tutti sul primo palo. Sbloccato il risultato, l’Inter continua a premere: al minuto 11, Brozovic gira di testa il cross tagliato di Cancelo ma mette di poco a lato. Il Bologna si fa vedere per la prima volta dalle parti di Handanovic al 25′ con un colpo di testa di Palacio sul cross da sinistra di Masina: il portiere sloveno, oggi capitano, respinge in tuffo. Trascorrono 120 secondi e gli ospiti trovano il pari: Palacio approfitta di un errore in rinvio di Miranda, entra in area e non lascia scampo a Handanovic. L’Inter reagisce con Perisic al 34′: il croato intercetta un pallone sulla trequarti e lascia partire un destro a giro dal limite, bloccato a terra da Mirante. Al 41′ buono spunto di Karamoh sulla destra: il cross dell’esterno nerazzurro viene messo in corner dalla retroguardia felsinea. Si va così al riposo sul risultato di 1-1.

Al rientro dagli spogliatoi, Spalletti manda subito in campo l’esordiente Lisandro Lopez al posto di Miranda infortunato. L’Inter spinge subito sull’acceleratore e, al 48′, su corner calciato dalla destra, D’Ambrosio colpisce la traversa: Skriniar si avventa sul pallone ma non trova la porta da pochi passi. Grande chance per Perisic al 53′: Eder mette al centro un pallone teso che il croato, di testa, alza sopra la traversa. Spalletti si gioca la carta Rafinha al posto di Brozovic e, al 63′, i nerazzurri tornano avanti: Karamoh scambia proprio col neoentrato e lascia partire un gran sinistro dal limite dell’area, che non lascia scampo a Mirante. Due minuti più tardi, si mette ancora in moto l’asse Rafinha-Karamoh: la conclusione a incrociare del francese, servito dal brasiliano, viene respinta coi piedi da Mirante. Al 68′ gli ospiti restano in dieci uomini: Mbaye stende Rafinha e riceve il secondo giallo nel giro di pochi minuti. Il Bologna si rende nuovamente pericoloso al 77′: Dzemaili parte palla al piede e lascia partire un cross insidioso, che Cancelo allontana di testa. Ospiti ancora insidiosi a 3′ dal termine: il sinistro rasoterra di Palacio trova l’opposizione di Handanovic. Nei minuti di recupero, su segnalazione del VAR, il direttore di gara mostra il rosso diretto a Masina per un intervento in ritardo su Lopez. Si continua a giocare fino al 99′ ma il risultato non cambia più.

facebooktwittergoogle_plusmailby feather

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


*

Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.