Caos dei diritti del calcio in TV
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

NUOVO ATTACCO A PARIGI: SPARI SUGLI CHAMPS-ELYSEES – UCCISO UN AGENTE, FERITI 2 POLIZIOTTI, MORTO L’ATTENTATORE

index

AG.RF.(MP).21.04.2017

“riverflash”- Parigi di nuovo sotto attacco: ieri sera c’è stata una sparatoria sugli Champs Elysèes, un poliziotto è stato ucciso, due sono rimasti gravemente feriti ed è stato ucciso anche l’aggressore, noto aagli 007, come soggetto “radicalizzato”, tanto che era schedato come persona “a rischio”, per i perpetramento di altri attentati, L’Isis ha subito rivendicato. La sparatoria è avvenuta mentre è in corso l’ultimo dibattito televisivo fra i candidati alle presidenziali di domenica e Hollande, ha dichiarato: “Si tratta di un atto di terrorismo”. La sparatoria è avvenuta a colpi di kalashnikov, e lo spettacolo che si è presentato sulla nota via di Parigi, è apparso subito terrificante: a terra c’erano due cadaveri, un poliziotto e l’aggressore e probabilmente ce n’è un altro ancora in fuga.  Tutto ciò accede mentre la Francia si prepara al voto domenica ed è apparso subito chiaro che l’obiettivo dell’attacco, fosse la polizia. Nel frattempo, gli investigatori stanno raccogliendo le dichiarazioni di diversi testimoni oculari per capire se c’era anche un secondo assalitore. Di sicuro c’è solo che intorno alle ore 21.00, un uomo è sceso da un’auto, un’Audi 80, ha aperto il fuoco contro il furgone della polizia e poi ha cercato di scappare a piedi prima di essere abbattuto dagli stessi agenti. Si tratterebbe dunque, di un uomo schedato, radicalizzato a rischio di perpetrare attentati: una perquisizione è stata subito ordinata alla sua residenza a Seine-et-Marne, a est di Parigi. L’identità dello stesso, non è stata ancora rivelata e la polizia non esclude che, ad aiutare l’uomo, ci fossero anche altri complici.

facebooktwittergoogle_plusmailby feather

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento


*

Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.