TUFFI De Rose vince a Polignano
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

IL MONDO DEL CALCIO ESPRIME GRANDE STIMA E AMMIRAZIONE PER TOTTI

(riverflash) – Festeggiato ieri a Trigoria per il ventennale del suo debutto in Serie A, Francesco Totti ha ricevuto anche messaggi di stima e affetto da tutto il mondo. A ritenerlo un Campione con la C maiuscola tutti i vip del calcio, da Pelé a Maradona, passando per Mourinho e sir Alex Ferguson.

Riportiamo alcuni messaggi ricevuti dal Capitano giallorosso:

Sir Alex Ferguson (allenatore del Manchester United): “Totti è un artista, un maestro, un architetto del pallone. Senza dubbio il miglior calciatore della storia italiana, senza nulla togliere ad altri mostri sacri come Roberto Baggio”.

Giovanni Trapattoni (c.t. dell’Irlanda): “Francesco è fondamentale proprio per le sue caratteristiche. Credo che in nessun’altra squadra europea ci sia un Totti con le caratteristiche di Totti”.

José Mourinho (allenatore del Real Madrid): “Il più forte del campionato italiano”.

Fabio Capello (c.t. della Russia): “Totti è il nuovo Rivera e, per come calcia il pallone, mi ricorda Riva”.

Pelè, campione del mondo nel ’58, ’62 e ’70: “È il miglior giocatore del mondo, anche se è stato un po’ sfortunato”.

Michel Platini, presidente dell’UEFA: “Un artista del calcio”.

Zdenek Zeman, ex-allenatore di Roma, Lazio, Foggia e Pescara: “È un fuoriclasse, lo dico da quindici anni”.

Diego Armando Maradona, campione del mondo ’86: “È il miglior giocatore del mondo: mi convince più di Zidane e di Beckham. Sa rendere semplici le cose difficili, sa far giocare bene la squadra”.

Karl Heinze Rummenigge, CEO del Bayern Monaco: “Un esempio positivo per il calcio”.

Roberto Mancini (allenatore del Manchester City): “Ha la capacità di essere sempre determinante”.

Arrigo Sacchi, ex allenatore di Milan, Parma e Atletico Madrid, ex  c.t. della Nazionale italiana: “È uno dei più forti che abbia mai visto”.

Luciano Spalletti (allenatore dello Zenit San Pietroburgo): “Quando tocca la sfera suonano le campane”.

Paolo Rossi, centravanti dell’Italia campione del mondo ’82: “Nell’ultimo decennio credo che Francesco Totti sia stato il più bravo calciatore italiano, probabilmente anche il più continuo. Attraverso le sue doti, grande tecnica, forza fisica e intelligenza sul campo, è stato il calciatore simbolo sia della Roma che della nazionale italiana”.

Adriano Galliani (a.d. del Milan): “In passato abbiamo provato a prenderlo, ma sono contento che sia rimasto a Roma. Certo, è un grande rimpianto”.

Fabio Petruzzi (ex-compagno di squadra di Totti nella Roma) ricorda: “Quel giorno non ero a Brescia perchè ero infortunato. Francesco è un mio amico, abitavamo molto vicino. Lui non aveva la patente e spesso lo passavo a prendere io. Un ragazzo straordinario con una famiglia eccezionale. Già dagli allievi si vedeva che era un giocatore di un’ altra categoria, non pensavo però potesse diventare un campione del genere. Uno dei giocatori più forti al mondo, ancora oggi”.

Florentino Perez, presidente del Real Madrid: “Lui nelle merengues, un sogno mai avverato per me”.

Marcello Lippi, ct dell’Italia campione del mondo 2006: “È il miglior giocatore degli ultimi venti anni”.

Simone Perrotta, attuale compagno di squadra nella Roma: “Il primo ricordo è una partita di Coppa Italia primavera Reggina–Roma allo stadio Sant’Agata, già a quel tempo si vedeva che aveva numeri fuori dal comune”.

Massimo Moratti, presidente dell’Inter: “Totti, il più forte di tutti”.

Laurent Blanc, ex c.t. della Francia ed ex allenatore del Bordeaux: “Totti è un monumento non solo di Roma, ma dell’Italia intera, né più né meno come il Colosseo o i faraglioni di Capri”.

Raul Gonzalez Blanco, attaccante del Al Sadd ed ex-capitano del Real Madrid: “Sarei stato onorato di giocare accanto a Totti, visto che egli è uno dei migliori giocatori della storia. Qualsiasi club sarebbe stato felice di averlo nella propria squadra”.

Beppe Marotta, a.d. della Juventus: “È un artista. Si vedeva che aveva grandi colpi già da quando giocava in primavera”.

Max Biaggi, campione del mondo di motoclismo: “20 anni di carriera,sei la storia del calcio! Continua a farci sognare Capitano!”

Javier Pastore, trequartista argentino del Paris St.Germain: “Da piccolo sognavo di diventare come lui”.

Antonio Cassano, attaccante dell’Inter: “Giocando con lui ho raggiunto il top in carriera”.

Wesley Sneijder, mezzala del Galatasaray: “Francesco è una leggenda”.

Arsene Wenger, allenatore dell’Arsenal: “Un talento superbo”.

Gennaro Gattuso, allenatore-giocatore del Sion e campione del mondo 2006 con l’Italia: “Ciao Francesco, sei un campione. Sono onorato di aver giocato al tuo fianco e di aver vinto il mondiale insieme. Mi ricordo che ogni volta che venivo a Roma per girare lo spot Vodafone, intorno a te c’era una processione di persone. Ciao grande, non mollare”.

Antonio Carlos Zago, assistente allenatore della Roma con cui ha vinto da giocatore lo scudetto 2000/01: “Abbiamo vinto lo scudetto insieme. E’ stato uno delle gioie più belle della nostra carriera. Spero che possa chiudere la carriera a Roma con la vittoria di un altro campionato”.

Beppe Signori, ex-attaccante di Lazio, Bologna e Foggia: “Totti? Mi ha superato perché è il migliore, non c’è niente da dire. Sul campo siamo spesso stati rivali, ma ha sempre avuto la mia massima stima. Ripeto, è il migliore da 10 anni a questa parte e lo sarà ancora per molto”.

Luka Modric, centrocampista del Real Madrid: “In campo mi ispiro a Totti”.

 

AG.RF  29.03.2013

 

 

 

 

facebooktwittergoogle_plusmailby feather

1 Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Una Risposta a “IL MONDO DEL CALCIO ESPRIME GRANDE STIMA E AMMIRAZIONE PER TOTTI”

  1. 1

    MATILDE dice:

    HANNO PROPRIO RAGIONE IL COMMENTO PIù BELLO QUELLO DI MARADONA E QUELLO DI FERGUSON TOTTI è IL MIGLIOR GIOCATORE ITALIANO DI TUTTI I TEMPI ANCHE SE HA GIOCATO NELLA ROMA AL CONTRARIO DI BAGGIO E DEL PIERO CHE HANNO GIOCATO INSIEME A CAMPIONI DEL CALIBRO DI ZIDANE FRANCESCO NEL 2000 E NEL 2006 MERITAVA IL PALLONE D’ORO:SE LO HA VINTO CANNAVARO………

Lascia un commento


*

Heads up! You are attempting to upload an invalid image. If saved, this image will not display with your comment.