Tutte le date della Serie A 1917/18
header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

IL GATTO ZEUS È MORTO, UNA FRASE DI HUGO PRATT PER L’ULTIMO VIAGGIO

Thumbnail Image

di Giulio Ranzanici (AG.RF 08.06.2015) ore 16:56 (riverflah) – E così quando stamattina il mio amato Zeus è morto proprio come muoiono gli uomini e le donne e come è morto Zeus il dio degli dei e moriranno i dii e gli dei tutti che a pensarci bene non sono che rockstar o calciatori un [...]

LA SINDROME DI GAUGUIN, OVVERO UN MALANNO SEMISERIO

Thumbnail Image

di Giulio Ranzanici (AG.RF 29.03.2015) ore 22:47 (riverflash) – Dal mio ingresso sul pianeta segnato dall’impiccagione al cordone ombelicale, ho patito di tutto, ma non della sindrome di Stendhal. Quand’ero più giovane ho trascorso ore, giorni, alla Tate Gallery a inzupparmi gli occhi di Piero della Francesca – candidi corpi seminudi pervasi di luce ghiaccia, [...]

L’ITALIANO RAZZISTA È UN FRULLATO CHE ODIA I FRUTTI CHE LO COMPONGONO

Thumbnail Image

di Giulio Ranzanici (AG.RF 20.09.2014) ore 21:18 (riverflash) – Nel sangue degli italiani scorre il sangue delle seguenti etnie e popolazioni: Etruschi, Liguri, Euganei, Reti, Camuni, Elimi, Sicani, Sardi (divisi in Iolei e Balari, Corsi, Latini (compresi i Falisci), Capenati, Siculi, Ausoni-Aurunci, Opici, Enotri, Itali, Sabini, Piceni, Umbri, Sanniti (Carricini, Pentri, Caudini e Irpini), Osci, [...]

TESTAMENTO PER LE GIOVANI GENERAZIONI

Thumbnail Image

di Giulio Ranzanici (AG.RF 15.09.2014) ore 10:27 (riverflash) -Figlia mia, ti lascio un mondo peggiore di come l’ho trovato – è un dato di fatto. Appartengo a una generazione di ignoranti procreata da una generazione di ignoranti della risma più deleteria, quella di chi credeva di sapere. Il cacciatore era il buono che uccideva il [...]

VENTIQUATTROMILA BACI A QUEGLI ALGIDI CAPEZZOLI

Thumbnail Image

di Giulio Ranzanici (AG.RF 13.06.2014) ore 21:02 (riverflash) – Nonna, che d’estate soggiornava in una Gussago, Franciacorta, nel mio ricordo somigliante in modo sconvolgente alla Combray di Proust, amava Celentano. Certo, non ardiva, non arrivava al punto di intonarne le arie – quel palazzo austero a ferro di cavallo, circondato da una varietà di giardini memorabili [...]

GLI OMICIDI E L’IMPORTANZA DELL’APOSTROFO

Thumbnail Image

di Giulio Ranzanici (AG.RF 29.04.2014) ore 13:10 (riverflash) – In quella folla il tiratore non centrava (il bersaglio). In quella folla il tiratore non c’entrava (niente – era diverso dagli altri). Il significato cambia, no? Il prossimo post, di chicchessia, dove vedo Qual è scritto con l’apostrofo, lo segnalo come spam, e tolgo l’amicizia al [...]

GLI «IO» PRISMATICI DI FACEBOOK

Thumbnail Image

di Giulio Ranzanici (AG.RF 21.04.2014) ore 17:47 (riverflash) – Gavettoni di inchiostro sono stati scagliati contro facebook, tacciandolo anzitutto di nuocere all’umana socializzazione. Saggi e articoli traboccanti luoghi comuni imbastiti di fregnacce, puritanesimi da oratorio e disgustosi panegirici dei bei tempi andati ne abbiamo scorsi tutti – perciò finiamola qua, dimenticate questo incipit parentetico e [...]

DURANTE IL FILM NOAH ALL’ISOLA DI SAMUI

Thumbnail Image

di Giulio Ranzanici (AG.RF 17.04.2014) ore 23:44 (riverflash) – Ora era più di un anno che non andavo al cinema e tre che non guardo la televisione. Mi lascio tentare da Noah, la storia holliwoodiana della storia fantasiosa di Noè. Se non ho rimorsi per aver rotto il mio digiuno lo devo al fatto di [...]

LA FESTA DEL VILLAGGIO DI LAMAI OPPURE A POLPENAZZE

Thumbnail Image

di Giulio Ranzanici (AG.RF 06.04.2014) ore 22:12 (riverflash) – Io credo che vi siano precise motivazioni di ordine più psicotico che psicoanalitico, oscuri moventi, pura barbarie che induce paeselli come Moniga del Garda o Polpenazze o Calino o Brescia a organizzare feste, sagre popolari, per poi schierare truppe di vigli consacrati a multare i visitatori. [...]

UN DIVANO SUL PACIFICO: MADAM TUTT’UN’ALTRA STORIA (parte 9)

Thumbnail Image

Di Giulio Ranzanici (AG RF 13.09.2013) (riverflash) – Feci la doccia insieme a Guenda, quel mattino. Seguendo l’ordine prescritto dal cerimoniale thai appreso da Patacharee, lavai prima lei e poi me. La cosa mi fece l’effetto di sentirmi mezzo donna e mezzo papà amorevole che si prende cura del bebè. Guenda lasciò fare a occhi chiusi, [...]